Lo sapevi che...

Mangiatori esigenti si nasce o si diventa?

mangiatori esigenti

Sono convinta che mangiatori esigenti si nasca, ma ci si può anche diventare.

Quando si ha un bimbo che mangia poco e che dallo svezzamento seleziona quello che gli piace con precisione metodica, questo bimbo è sicuramente un mangiatore esigente.

Sofia ha sempre, sin da quando ho potuto introdurre i primi alimenti, schifato minestroni e tutto ciò che era verde, e anche tutti i legumi. Avevo sempre pensato che la scelta dei bimbi di non mangiare verdure e legumi fosse dettata dall’ambiente esterno, quindi altri bimbi che non le gradiscono oppure dagli stessi genitori che dando il minestrone al figlio si sentono un po’ in colpa perché, diciamocelo, neanche a loro il minestrone piace molto. Io invece le verdure le adoro e molte ne avevo mangiate in gravidanza, ma ancora adesso con Sofia il minestrone resta un tabù, anche se io glielo mangio sotto il naso tutte le volte che posso.

Fortunatamente molti bimbi non sono così selettivi e quando vengono svezzati mangiano broccoli, fagioli e peperoni. Crescendo però diventano anche loro esigenti.

In parte perché crescendo si creano dei gusti e questo è normale e anche da rispettare, ma in parte dipende dal mondo esterno.

Viviamo in un mondo in cui le verdure sono un pò come una pillola amara che ogni tanto bisogna ingurgitare, per essere sani, belli e snelli.

Ho fatto un elenco di come spesso il mondo vegetale viene visto, potrebbe far ridere ma penso che noi educatori dovremo rifletterci un po’:

  • Le verdure vengono associate a qualcosa che fa bene non a qualcosa che è buono. Non ho mai sentito dire: “Mangia gli spinaci che sono buoni”, ma “mangia gli spinaci perché così crescerai forte”. Che poi bisognerebbe rivedere il mito degli spinaci fonte di ferro.
  • Le verdure vengono dalla terra e quindi sono sporche, per noi abitanti di città che tutto disinfettiamo, sono quasi un oltraggio.
  • Alcune verdure puzzano mentre le cuociamo. Le accogliamo in casa nostra e loro che fanno? Fanno puzzare di ospedale il salotto. Inaccettabile.
  • E i legumi? Questo lo sanno tutti i bimbi, fanno fare le puzzette. Chi non ci ha mai scherzato su?
  • Spesso il menù dei bimbi è diverso dai genitori. Al bambino che deve crescere riserviamo minestrone, mentre per noi adulti serviamo una bella fiorentina con insalatina di contorno.

Detto questo mi sorge un dubbio, se al bimbo arriva il messaggio che per il genitore le verdure non sono buone, sono sporche, puzzano e i legumi fanno addirittura fare le puzzette, perché dovrebbero mangiarli?

Per far si che un infante che mangia tutto diventi un bimbo che mangia tutto bisogna proporre giornalmente verdure e legumi, mangiarle insieme ai propri figli e rafforzare questi alimenti di un messaggio positivo.

Niente di più semplice!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.