Meal Plan

Meal Plan consigli americani

Meal Plan

Continua il mio viaggio allo studio della pianificazione settimanale del pasto serale. Quello che ho riassunto qui sotto sono consigli che ho trovato su siti e blog* americani, tutti a favore del meal plan. Ecco perché:

  1. Risparmiare soldi. Quando hai un piano settimanale non compri cose a caso che poi andranno a male nel frigo, perché ogni cosa che comprerai sarà consumata nell’arco della settimana.
  2. Risparmiare tempo in cucina e al negozio. Quante volte hai vagato tra gli scaffali del supermercato sperando che ti venisse un’idea per la cena? Personalmente mi capita sempre. Se hai un piano saprai già cosa comprare. Inoltre, potresti dover andare al supermercato una sola volta a settimana. In cucina risparmierai tempo perché potrai cucinare quando avrai tempo, ad esempio il sabato o la domenica, a seconda dei tuoi impegni.
  3. Mangiare più sano e consapevole. La pianificazione aiuta a mangiare sano perché non ti troverai più in condizioni di stress o di poco tempo a disposizione e quindi potrai fare delle scelte più salutari.

Quello di cui si hai bisogno è un calendario, ne esistono di cartacei o quelli elettronici per pc. Devi solo trovare quello più adatto per te.

Infine hai bisogno di ricette. Utilizza quelle che funzionano meglio per te e la tua famiglia e amplia la tua visuale ad esempio su pinterest o su blog che rispecchiano la tua idea di cucina e si salute.

A questo punto scrivi sul calendario le ricette basandoti anche sugli impegni settimanali (tenendo presente ad esempio se i bambini fanno sport, a che ora finiscono e quanto tempo avrai per cucinare) e scrivi la tua lista della spesa. Vai al supermercato e compra tutto quello di cui hai bisogno. Una volta a casa cucina quello che puoi cucinare e metti tutto in frigo o nel freezer.

Scrivi sul frigorifero o sulla bacheca di casa il piano settimanale così nessuno avrà brutte sorprese

Cosa succede se mio figlio non mangia il cibo sano che ho preparato per lui?

Non importa. Si ottiene un successo quando si mette quel pasto sul tavolo. Quello che i nostri bimbi mangiano o non mangiano non inficia questo successo. I bambini sani non sono sani perché mangiano sempre i broccoli ma perché sanno che frutta e verdura appartengono a ogni pasto. Ci saranno alti e bassi lungo la strada. Ci saranno periodi in cui ameranno qualcosa che fai e giorni in cui lo odieranno. Il nostro dovere come genitori è quello di fornire opportunità ogni giorno.

Ecco un esempio: servendo sempre insalata tutte le sere sulla tavola magari ci vorranno anni prima che i tuoi figli la assaggeranno ma poi la mangeranno, la chiederanno e la aspetteranno sul tavolo. Se saremo coerenti con i cibi sani che daremo prima o poi i vostri figli li mangeranno. E un giorno quando saranno grandi e vivranno da soli andranno al supermercato e penseranno: “Cosa devo comprare? Ah si, broccoli!”

Questo un riassunto dei consigli americani su cui mi trovo perfettamente d’accordo e che soprattutto mi ha aiutato di fronte a quello che avevo pensato fosse un insuccesso, ossia il rifiuto. Il rifiuto di un bambino alla verdura o ad un piatto salutare non è un fallimento ma fa parte di un lungo processo di consapevolezza alimentare che alla fine sono sicura avrà i suoi risultati.

Se questo articolo non ha esaurito la tua curiosità in merito al metodo della pianificazione settimanale clicca qui.

 

Grazie per aver letto la ricetta, ti aspetto sulla mia pagina facebook, inoltre se vuoi ricevere le mie nuove ricette e anche un mini e-book gratuito iscriviti alla newsletter.

*questi consigli sono stati presi dal sito Super Healthy Kids, Smart Eating for Kids e dal blog Meal Planning Magic

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.