Inganni culinariPrimi piattiRicette

Crema di vongole con guanciale croccante

Crema-di-vongole

L’altra sera girando oziosamente i canali della TV mi sono imbattuta in una vecchia puntata di Cucine da Incubo diretta dall’onnipresente Chef napoletano Cannavacciulo e mi è venuta l’acquolina in bocca alla presentazione della sua zuppa di cozze con guanciale croccante.

Personalmente non amo le cozze ma adoro le vongole, ho così pensato di fare una variante di questa ricetta utilizzando le vongole, spero che lo chef non me ne voglia 😁

Inoltre, Sofia ama gli spaghetti con le vongole ma non mangia le vongole, che scansa sempre al lato del piatto come alimento indesiderato. Con questa ricetta riuscirei a farle mangiare anche le vongole perchè saranno frullate. Perché non tentare?

Dal punto di vista nutrizionale, inoltre, le vongole sono ricche di vitamina B soprattutto di B12 e di vitamina A fondamentali per lo sviluppo dell’organismo. Contengono inoltre fosforo, potassio, proteine, sodio e ferro, indispensabili per le difese immunitarie del nostro organismo. Infine contengono una alta concentrazione di omega 3

 

Ingredienti:

500gr di vongole veraci

½ cipolla

400gr patate

1 carota

3 fette sottili di guanciale

2 pagnottine opzionali (altrimenti pane fare i crostini)

 

Ho lavato le vongole nel lavello. Per pulirle dalla sabbia utilizzo questo metodo: le sbatto nel lavello, in questo modo se le vongole hanno la sabbia questa viene espulsa naturalmente.

Ho preso una capiente padella, versato un bicchiere di acqua e unito le vongole, poi ho coperto con un coperchio e ho aspettato che si aprissero.

A questo punto è arrivato il momento più noioso, le ho sgusciate, fortunatamente avevo una valida piccola aiutante che con pazienza mi ha aiutato ad aprire tutte le vongole. Ho filtrato l’acqua delle vongole con uno scottex e l’ho messa da parte.

Ho rosolato in una padella dai bordi alti la cipolla e la carota poi ho aggiunto la patata tagliata sottile sottile e una fettina sottile di guanciale tagliata (a cui ho tolto la parte esterna con il pepe), quando la patata e il guanciale si sono rosolati ho aggiunto un po’ acqua delle vongole andando a coprire.

Quando la patata è arrivata quasi a cottura ho buttato nella zuppa le vongole sgusciate e ho lasciato andare per gli ultimi minuti.

Ho preso un padellino e ho fatto rosolare a fiamma bassa, ma non bassissima, le fettine di guanciale. Il grasso dovrà sciogliersi lentamente in modo da dare una rosolatura croccante al guanciale.

Ho preso il minipimer e ho frullato la zuppa direttamente nella pentola aggiungendo un po’ di liquido delle vongole e un po’ di olio.

Ed ecco la zuppa è pronta.

A casa avevo una pagnottina così l’ho presa, ho fatto un buco e ho tolto la mollica. Con attenzione ho messo la crema nel pane. La scelta del pane è molto importante infatti è indispensabile che non abbia buchi o pareti sottili.

Ho messo la fettina di guanciale al centro come fosse una bandiera.

Il sapore di questa zuppa di vongole è strepitoso, si sente il mare ma anche il grasso della carne, l’ho trovato un piatto eccezionale.

Se non vi piace l’idea di mettere la zuppa dentro la pagnottina potete sempre metterla in una ciotola e fare dei crostini.

Mi raccomando non mettete sale.

Se vi piacciono le cozze potete farle anche con quelle, anzi si fa molto prima a sbucciarle.

 

Come è andata con Sofia?

E’ rimasta molto stupita dal panino ma con sguardo indagatore, mentre già con il corpo si ritraeva, ha chiesto: “Cosa c’è dentro?”

Io ho deciso di essere onesta, ma è stata una pessima idea: ”ci sono patate e vongole, assaggia è buonissima”.

Io le patate non le mangio e neanche le vongole!” dice, ritraendosi ancora un po’.

Alla fine l’ho convinta ad assaggiare, ma mi ha detto che non le piaceva.

La sua era più una presa di posizione che un vero rifiuto al piatto.

Sono rimasta un po’ dispiaciuta ma la cosa importante è che l’abbia assaggiato.

Infatti, la cosa più importante non è che i bimbi mangino tutto, ma che assaggiando di volta in volta cose nuove e scoprano nuovi sapori. Piano piano capiranno che la scoperta è la cosa più bella che ci sia!

2 pensieri su “Crema di vongole con guanciale croccante

  1. Ah, vabbè! Pensavo di aver letto male il titolo: vongole e guanciale nel mio mondo non si sono mai incontrati 😁
    Ma leggendo la ricetta mi è venuta voglia di provarla!
    Ma davvero basta sbattere le vongole nel lavello per privarle della sabbia? Questa è la mia maggiore preoccupazione 😊

    1. Ciao Michela, ti confermo che dopo aver fatto spurgare le vongole per espellere la sabbia residua basta sbatterle nel lavello, se ancora contengono sabbia questa verrà espulsa. In alternativa potresti prendere ogni vongola e sbatterla delicatamente sul lavello dalla parte dell’apertura, però è un’operazione alquanto noiosa, io preferisco la prima opzione. Fammi sapere se hai provato questo metodo e la zuppa di vongole!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.